Visualizza articoli per tag: comune di Cagliari

Creare un nuovo capolinea degli autobus dotato di tutte le tecnologie di ultima generazione e capace di accogliere il nuovo parco mezzi pensato in ottica green, salvaguardando al contempo le esigenze dei passeggeri che utilizzano ogni giorno il trasporto pubblico locale: questi i presupposti che hanno spinto la Regione Sardegna a stabilire, con apposita delibera, la cessione in comodato gratuito temporaneo di un'area al Comune di Cagliari da destinare a queste finalità.

 

Recentemente infatti il Ctm ha annunciato la riconversione del suo parco mezzi, con l'obiettivo di raggiungere entro il 2026 una quota dell'80% di bus elettrici. A disposizione dell'ente un bando PNRR da 108 milioni che trasformerà il trasporto pubblico locale del capoluogo sardo in uno dei più ecosostenibili d'Italia. Per raggiungere questo target si è resa necessaria la creazione di un nuovo capolinea dotato di un numero sufficiente di colonnine di ricarica, un sistema infrastrutturale non compatibile con la piazza Matteotti.

 

Vista la necessità di trovare una nuova area che fosse vicina al centro cittadino e facilmente raggiungibile dagli utenti, è stata individuata una superficie negli spazi della vicina stazione RFI, che necessita però di ingenti lavori di riqualificazione urbanistica. Si è reso quindi indispensabile procedere con uno step intermedio alla realizzazione del capolinea dotato di colonnine elettriche in un'altra area. La Giunta Regionale, ascoltata e condivisa la proposta dell'Assessore degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica e consultato il parere tecnico dell'Assessore dei Trasporti, ha deliberato l'assegnazione a favore del Comune di Cagliari, in comodato d'uso gratuito della durata di dieci anni (eventualmente rinnovabili), dell'area attualmente adibita a parcheggio pubblico di autoveicoli situata tra la via Riva di Ponente e viale La Plaia. L'area individuata è situata, tra le altre cose, molto vicino alla nuova casa dello studente di viale La Plaia, un aspetto questo che agevolerà non poco gli studenti dell'Università degli Studi di Cagliari nei loro spostamenti quotidiani. 

 

"Con questa delibera la Regione Autonoma della Sardegna consente al Comune di Cagliari e al Ctm di portare avanti senza intoppi e senza aggravio di spesa il grande progetto di rinnovamento in chiave ecologica del parco mezzi attuale" osserva l'Assessore dei Trasporti Barbara Manca. “L’area, di notevole importanza per Cagliari, potrà essere in seguito convertita per altri usi una volta trasferito il terminal" continua l’Assessore degli Enti Locali, Francesco Spanedda. 

 

"Questo atto è la dimostrazione palese di come la collaborazione virtuosa tra enti pubblici possa apportare reali benefici alla vita delle cittadine e dei cittadini - concludono i due esponenti della Giunta Regionale -. Con un atto doveroso e necessario, ma non scontato, abbiamo messo nelle condizioni Cagliari e gli altri Comuni interessati di portare avanti l'iter progettuale, evitando di vedere perdute importanti risorse comunitarie".
Pubblicato in Comune di Cagliari

Sono stati riaperti al pubblico a partire dalla giornata di ieri, lunedì 20 maggio 2024, gli ascensori di Saint Remy (viale Regina Elena – Bastione Saint Remy) e Santa Chiara (mercato Santa Chiara – via Cammino Nuovo).

 Prevista, invece, per fine giugno la riapertura dell'ascensore Unione Sarda Alto (campi sportivi Terrapieno – Piazza Mundula) perché a durante le prove quindicinali si è rotto un componente del sistema di sicurezza per portare in salvo le persone in caso di guasto (paranco). Trattandosi di un pezzo speciale, prodotto in caso di necessità, sarà necessario attendere l'arrivo dello stesso.

 Il Servizio Opere strategiche, Viabilità, Infrastrutture viarie e reti sta definendo, di concerto con la Regione Sardegna, ANSFISA e il Responsabile di Esercizio, gli atti propedeutici alla messa in esercizio anche dell'ascensore Unione Sarda Basso (viale Regina Elena – Campi Sportivi Terrapieno). L'obiettivo è riaprirlo al pubblico a fine giugno contestualmente all'ascensore Unione Sarda Alto.

 

Pubblicato in Comune di Cagliari
Etichette:

La candidata sindaco del centrodestra Alessandra Zedda dialoga con il Psd'Az per un'alleanza programmatica volta al governo della città di Cagliari. Non si è mai interrotto il confronto per un patto sui programmi che valorizzi anche le idealità e le proposte sardiste. La tradizione dei sardisti rappresenta una forza per la coalizione, legata alla storia e ai valori del centrodestra.

"La forza di un simbolo come quello dei Quattro Mori esprime una risorsa importante per tutta la coalizione. La storia, i valori, il radicamento nel territorio del Psd'Az sono infatti un elemento di nuova coesione e nuovo rilancio per la nostra comunità. I sardisti sono un pezzo determinante del nostro percorso e della nostra affermazione politica. Per queste ragioni - dice Alessandra Zedda - occorre rafforzare un dialogo mai interrotto, fatto di persone e percorsi che ci appartengono, e che solo nel segno della coesione può rappresentare una grande opportunità politica per tutti. Per Cagliari, per il centrodestra e per la stessa radice liberale del Psd'Az. Noi siamo certi che da oggi ci siano le migliori condizioni per riprendere una strada fatta insieme e tornare uniti su un progetto di cambiamento del capoluogo sardo".

Pubblicato in TOP NEWS

Per consentire lo svolgimento in sicurezza della 368^ Festa di Sant'Efisio in programma il 1 maggio 2024, il Servizio Opere Strategiche, Mobilità, Infrastrutture viarie e Reti ha adottato una serie di provvedimenti sulla viabilità delle zone interessate dalla processione religiosa.

 

Nel dettaglio, con Ordinanze dirigenziali n.964 del 18 aprile 2024, 980 del 19 aprile 2024, 991 e 993 del 22 aprile 2024 e 1007 del 23 aprile 2024, saranno in vigore le seguenti prescrizioni:

 

  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata su ambo i lati, nel percorso prestabilito per la Festa di Sant'Efisio, dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del giorno 1/5/2024 nelle vie: Sant'Efisio, Vico Iii Sant'Efisio, Fara, Santa Margherita, Tigellio, Palabanda, Carbonazzi, Sant'ignazio Da Laconi, Portoscalas, San Giovanni Bosco, Azuni, Piazza Yenne, Corso Vittorio Emanuele Ii, Baylle, Sassari, Piazza Madonna Del Carmine, Crispi, Gio' Maria Angioy, Goffredo Mameli, Largo Carlo Felice, Piazza Matteotti, Sassari, La Playa, Traversa I La Playa, Ponte Della Scafa, Viale Pula, ad esclusione dei mezzi autorizzati;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare nel percorso prestabilito per la Festa di Sant'Efisio, dalle ore 06:00 alle ore 15:00 del giorno 1/5/2024 nelle vie: Sant'Efisio, Vico Iii Sant'Efisio, Fara, Santa Margherita, Tigellio, Palabanda, Carbonazzi, Sant'ignazio Da Laconi, Portoscalas, San Giovanni Bosco, Azuni, Piazza Yenne, Corso Vittorio Emanuele Ii, Baylle, Sassari, Piazza Madonna Del Carmine, Crispi, Gio' Maria Angioy, Goffredo Mameli, Largo Carlo Felice, Piazza Matteotti, Sassari, La Playa, Traversa I La Playa, Ponte Della Scafa, Viale Pula, ad esclusione dei mezzi autorizzati;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare nella via Malta e nel vico malta dalle ore 06:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata su ambo i lati, nella Via Malta e nel vico Malta dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata su ambo i lati, nella via Maddalena dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare nella nella via Maddalena dalle ore 06:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata su ambo i lati, nella via Roma – carreggiata lato portici, nel tratto compreso tra la via Barcellona e il Largo Carlo Felice, dalle ore 00:00 alle ore 22:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare nella via Roma – carreggiata lato portici, nel tratto compreso tra la via Barcellona e il Largo Carlo Felice, in entrambe le direzioni di marcia, dalle ore 06:00 alle ore 22:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare nella via Roma nel tratto compreso tra la via Sassari e il viale Trieste, in entrambe le direzioni di marcia, dalle ore 06:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata su ambo i lati, nella via Roma nel tratto compreso tra la via Sassari e il viale Trieste, in entrambe le direzioni di marcia, dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare, nel viale Trieste nel tratto compreso tra la piazza del Carmine e la via Pola, dalle ore 06:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata su ambo i lati, nel Viale Trieste nel tratto compreso tra la Piazza del Carmine e la via Pola, dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare, nella via Carloforte dalle ore 06:00 alle ore 15:00 del 1/05/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata, su ambo i lati delle due vie più lunghe (lato Poste Italiane e lato Palazzo Pizzorno Binaghi) e del lato TAR su ambo i lati, adiacenti la Piazza Madonna Del Carmine e della Via Sassari (tratto Piazza del Carmine fino alla Via Malta) su ambo i lati, dalle ore 09:00 del 30/04/2024 alle ore 18:00 del 1/5/2024, ad esclusione deimezzi autorizzati;
  • l'istituzione del divieto di transito veicolare, nelle due vie più lunghe (lato Poste Italiane e lato Palazzo Pizzorno Binaghi), nel lato TAR adiacenti la Piazza Madonna Del Carmine e della Via Sassari (tratto Piazza del Carmine fino alla Via Malta), dalle ore 06:00 alle ore 18:00 del 1/5/2024, ad esclusione dei mezzi autorizzati;
  • l'istituzione, nella via Nicolodi su ambo i lati, del divieto di sosta con rimozione forzata dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del 1/5/2024;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata, su tutta la piazza, nell'area di proprietà della Regione Autonoma della Sardegna ubicata nel Viale La Playa, dalle ore 00:00 del 26/04/2024 alle ore 15:00 del 1/05/2024 e dalle ore 12:00 alle ore 24:00 del 4/5/2024, ad esclusione dei mezzi autorizzati;
  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata, su tutta la piazza, nell'area di proprietà della Regione Autonoma della Sardegna ubicata nella Piazza Sorcinelli, dalle ore 00:00 alle ore 16:00 del 1/05/2024, ad esclusione dei mezzi autorizzati;
  • l'istituzione, nella Via Giussani, sul lato sinistro, nei primi 35 metri prima dell'intersezione con la via Nicolodi e sino alla fine dell'intersezione con la stessa via Nicolodi, del divieto di sosta con rimozione forzata dalle ore 00:00 alle ore 15:00 del 1/5/2024.

 

 

Nel Viale Pula, in località Giorgino, nella zona antistante e in quella laterale alla Chiesetta di Sant'Efisio saranno in vigore le seguenti prescrizioni:

  • l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata, su ambo i lati, nella fascia oraria 0 – 24, dal giorno 30/04/2024 al giorno 05/05/2024.

 

 

Disposta, inoltre:

  • l'istituzione, nel viale Trieste sul lato destro direzione S.Avendrace, tratto compreso tra la via Cesare Battisti e il distributore carburanti, del divieto di sosta con rimozione forzata, eccetto bus del servizio pubblico, dalle ore 00:00 alle ore 18:00 del 1/5/2024.

 

 

Dalle ore 05:00 alle ore 24:00 del giorno 01/05/2024 resterà  chiusa alla circolazione veicolare la corsia bidirezionale di via Roma riservata al TPL – Trasporto Pubblico Locale. Il transito e la sosta sono consentite agli operatori commerciali autorizzati per il posizionamento negli stalli assegnati.

Pubblicato in Comune di Cagliari
Etichette:
Emanuela Corda è candidata Sindaco di Cagliari, in campo alle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, con ALTERNATIVA, una realtà politica nata nel 2021 in Parlamento per dire NO al governo Draghi e a tutte le leggi liberticide che ne sono seguite. Alternativa, di cui Emanuela Corda è anche Presidente Nazionale, è oggi presente in molte regioni d’Italia, dove cittadini consapevoli e motivati dalle buone idee, senza rivendicazioni d’appartenenza ad un campo ideologico, si impegnano per costruire e far crescere un progetto politico serio e concreto che infranga le logiche del bipolarismo di sistema. La politica attuale si basa sul mantenimento del potere e attraverso sistemi elettorali “escludenti” e profondamente antidemocratici, impedisce ad altre forze esterne e potenzialmente popolari, di partecipare alla vita democratica del paese e di incidere nei processi decisionali a tutti i livelli istituzionali. ALTERNATIVA si propone di parlare in primis a coloro che dal sistema dominante sono stati esclusi e non sentendosi rappresentati, alimentano sempre più, l’ampio bacino dell’astensionismo. Riportare a votare e a credere nella buona politica fatta per i cittadini e il bene comune, chi non ha più un sogno e una speranza, è il primo obiettivo.
IL PROGETTO PER CAGLIARI
“SCRIVIAMO UNA NUOVA STORIA”
Abbiamo scelto questo slogan, rivolgendo a tutti noi, cittadini cagliaritani come comunità, un’esortazione. Se cambiando l’ordine dei fattori, il prodotto non cambia perché non cambiamo i fattori? E soprattutto, perché non infrangiamo quei meccanismi di timor reverenziale verso la politica di professione che ci hanno condotti a questo annichilimento? Basta essere schiavi di un sistema che da per scontato il nostro voto! Esortiamo tutti stavolta a scrivere una storia diversa. Scriviamola tutti assieme! “Abbiamo deciso di ripartire dalla città di Cagliari, rilanciando al contempo il nostro progetto anche a livello nazionale, per costruire un’idea diversa di comunità. Ripartire dai comuni e dal rapporto diretto con i cittadini è la strada da percorrere. La nostra proposta per Cagliari nasce dal confronto con la cittadinanza e con le diverse realtà della società cagliaritana. Senza alcun pregiudizio di sorta e superando il concetto che esistano idee di destra e sinistra, abbiamo esortato chi vive i quartieri e le problematiche quotidiane, a mettersi in gioco. Le idee per noi sono solo buone o cattive.” - dichiara la Candidata Sindaco Corda - Vogliamo riportare la politica ad essere servizio al cittadino e non mero strumento per amministrare il potere. Fuori dalle logiche del bipolarismo, ALTERNATIVA si presenta ai cagliaritani in queste amministrative senza alcun compromesso al ribasso, con una proposta civica e politica chiara e coerente. Col proprio simbolo e con la propria coerenza.
LE DUE FACCE DI CAGLIARI
Cagliari è la nostra città. Il luogo che amiamo e al quale apparteniamo. Cagliari è storia, tradizione e magia; ma oggi è anche contraddizione, insicurezza e confusione. Due facce di una stessa medaglia che ogni giorno ci fanno amare e detestare la nostra città in un continuo tormento quotidiano. Un’altalena di stati umorali contrastanti che ci vedono sorridere uscendo di casa col sole
 
alto nel cielo e incupirci al rientro dopo aver attraversato la jungla dei mille ostacoli, tra cantieri interminabili e incombenti, piste ciclabili mal concepite e pericolose, segnaletica sgangherata e incoerente, dossi fuori norma, sensi di marcia che cambiano da un giorno all’altro, caos e imbottigliamenti dalle prime ore della giornata.
ALCUNE PRIORITÀ PER LA NOSTRA CITTÀ IN SINTESI
Il programma completo, sarà presentato nei prossimi giorni
PARTECIPAZIONE ATTIVA E COINVOLGIMENTO DELLA CITTADINANZA
Coinvolgimento della cittadinanza nelle scelte dell’amministrazione attivando tutti gli strumenti a disposizione fino ad oggi non adeguatamente sfruttati e costruendo nuovi canali di comunicazione tra la comunità e le istituzioni. Avvicinare le realtà di quartiere all’amministrazione, mettendo in collegamento tutti i quartieri di Cagliari attraverso esperienze virtuose di cooperazione dal basso e superando la desolante distanza tra il centro cittadino e le periferie, oggi abbandonate al totale degrado e all’incuria.
CREARE NUOVI SPAZI DI SOCIALIZZAZIONE PER I GIOVANI E PROMUOVERE POLITICHE ATTIVE PER SUPERARE LA MARGINALIZZAZIONE DEI PIÙ FRAGILI
La città è piena di luoghi all’aperto, come piazze abbandonate, aree sportive dimenticate dal mondo, barriere architettoniche d’ogni sorta e spazi inutilizzati che dovrebbero essere restituiti ai cittadini ripartendo dal ripristino dei luoghi originari, dalla valorizzazione e da lavori di rimessa in sicurezza. Gli interventi devono essere effettuati in tempi celeri con progetti volti a destinare luoghi di incontro e socializzazione con accesso gratuito ai più giovani che oggi sono costretti a gironzolare per baretti e attività che richiedono anche solo per sedersi a leggere un libro, un esborso di denaro. Al contempo occorre mettere in atto iniziative comunali che mirino ad avvicinare le categorie più fragili al più attivo e vitale tessuto cittadino, superando la drammatica condizione di marginalità di tante, tantissime persone. Molte di più di quanto si pensi.
LOTTA AGLI SPRECHI E ALLA LOGICA DELLE EMERGENZE NEI LAVORI PUBBLICI
Verifica di tutti i contratti in essere, dello stato dei lavori appaltati e delle tempistiche, delle consulenze, dei contratti di fornitura e dei servizi esterni per individuare aree di spreco, inefficienze ed eventuali opportunità di razionalizzazione e risparmio. Verifica degli effettivi vantaggi per l’amministrazione e la comunità negli appalti per la gestione dei servizi come per esempio la raccolta differenziata dei rifiuti che rivela da tempo un cronico malfunzionamento, anche legato alla mancanza di regole civiche nella sua gestione affidata perloppiù al buonsenso dei cittadini. Annoso problema che oggi minaccia la salute pubblica e il decoro urbano e mette alla prova la pazienza dei cittadini, subissati da cumuli di rifiuti e assalti di blatte e topi dal centro cittadino alla periferia più lontana
SICUREZZA E DECORO: STOP AL DEGRADO E AI QUARTIERI DIMENTICATI
Siamo decisi a ristabilire le priorità di intervento attraverso il presidio del territorio su ogni singolo quartiere con la collaborazione di tutte le forze dell'ordine a partire dalla Prefettura che dovrà essere interlocutore costante dell’amministrazione e attivando nuove forme civiche di partecipazione al presidio delle nostre vie cittadine e dei nostri quartieri. Il fine è quello di contrastare con tutti i mezzi una crescente micro criminalità che sta mettendo a dura prova cittadini e commercianti, soprattutto nei quartieri della movida cittadina, ma anche e soprattutto nelle aree periferiche dimenticate da decenni di incuria e cattiva amministrazione. Non alla piazze del bivacco e dello spaccio con
 
regolamenti severi e disincentivanti per chi tende a stanziare nei luoghi pubblici con fini ben differenti da quelli di socializzazione e relax.
TRAFFICO E VIABILITÀ DA RIPENSARE
Riteniamo che l’impianto viario della città di Cagliari debba essere ridimensionato sui reali flussi di trasporto in quanto negli ultimi anni, delle scelte mal ponderate, hanno portato all’aumento esponenziale del traffico che ha penalizzato la qualità della vita e la fruibilità della città. Tali scelte precedenti sono state fatte in un ottica di “transizione ecologica” mal concepita e priva di criteri obiettivi, senza però valutare gli effetti reali che si sarebbero ottenuti in quelle sedi viarie che dimensionalmente non erano adatte ad ospitare una viabilità ciclabile così strutturata. Il problema resta il solito. Quello del metodo. Il tema non è fare o non fare le ciclabili, quanto semplicemente “come farle e dove”.
STOP CONSUMO DI SUOLO, E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ESISTENTE
No a nuove speculazioni e tutela e valorizzazione delle aree verdi incolte e dei terreni degradati a rischio cementificazione che andrebbero invece recuperati anche attraverso modelli di sviluppo e piccole economie legate alla cittadinanza come il modello degli orti urbani. Recupero edifici storici patrimonio dismesso della difesa con accordi mirati per un riutilizzo virtuoso.
TURISMO IN SINTONIA CON LE ESIGENZE DEI CITTADINI E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IDENTITARIO SARDO
La vocazione turistica della città di Cagliari deve essere incentivata senza che questa pregiudichi la qualità della vita di chi la città la vive tutto l’anno. Ecco perché vanno promossi modelli di sviluppo di un’economia turistica che generi indotto reale e non sia solo funzionale a creare caos e bivacco fino alle più tarde ore notturne. Il mare, i quartieri storici e le aree umide rappresentano autentici punti di forza per una città che esprime solo in parte il suo potenziale. Raccontare la Sardegna con consapevolezza a partire dalle scuole promuovendo la conoscenza del patrimonio identitario.
AMBIENTE E PROMOZIONE DI STILI DI VITA PIÙ SANI
Cambiare il rapporto con le aree verdi cittadine e diffusione di una cultura del rispetto di alberi e piante, spesso devastate da potature selvagge eseguite senza alcun criterio. La stessa cultura del rispetto va diffusa per gli animali da affezione o per quegli animali presenti nei parchi che rappresentano patrimonio della città di Cagliari. Interventi drammaticamente maldestri e violenti sulla fauna ivi presente, come il vergognoso abbattimento indiscriminato di centinaia di pavoni, galline, anatre e oche presenti a Monte Urpinu avvenuto qualche tempo fa, non dovranno più verificarsi. L’amministrazione cittadina non deve essere mera spettatrice dinnanzi ad iniziative avventate e prive di logica da parte di qualsivoglia autorità sanitaria che possano arrecar danno alla città e tutti coloro che la vivono, animali inclusi. Ma deve porsi come interlocutore credibile a tutti i livelli istituzionali a difesa e presidio dei diritti, delle libertà e delle pratiche di civile convivenza. Promozione di stili di vita più sani con attivazione di politiche incentivanti all’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale e riciclabili e cibi più sani a partire dalle mense comunali, dalle scuole, dagli asili.
CAGLIARI FREE TAX
Il sindaco che vorremmo per Cagliari, è un sindaco determinato e capace di portare avanti le istanze nell’interesse della comunità e di chi investe generando indotto e ricchezza. Vogliamo un sindaco
 
che porti avanti. le istanze legate alla fiscalità di vantaggio ponendosi come interlocutore credibile e determinato con tutti gli altri livelli istituzionali che hanno potere legislativo in materia. Un sindaco che si batta per far diventare la sua città un luogo che possa attrarre investimenti seri e non una terra di nessuno dove fare una passeggiata mordi e fuggi ogni tanto.
ALTERNATIVA
ALTERNATIVA è il partito nato nel febbraio 2021 dall’iniziativa di un gruppo parlamentare costituito da 13 deputati e tre senatori, tra cui l’ex deputata Emanuela Corda, espulsi dal Movimento 5 Stelle per il No alla fiducia al Governo Draghi. Emanuela Corda, cagliaritana classe 1974, deputata per due legislature (dal 2013 - 2018 e 2018 – 2022), è presidente di ALTERNATIVA dal febbraio 2023. È stata capogruppo in commissione difesa e Presidente della Commissione bicamerale per le Questioni Regionali. Attualmente è tornata alla libera professione, che svolgeva prima d’essere eletta in Parlamento, occupandosi di grafica e comunicazione.
Pubblicato in TOP NEWS
Etichette:

Ci sarà tempo fino alle 12 del 6 maggio 2024 per presentare la manifestazione di interesse per la nomina di Componente esterno delle Commissioni giudicatrici delle domande di contributo per Manifestazioni culturali e di spettacolo, annualità 2024.

Gli interessati, in possesso dei requisiti previsti dall'Avviso pubblico (disponibile sul portale istituzionale del Comune di Cagliari nella sezione “Documenti e dati/Bandi e Avvisi/Altri Bandi e Avvisi”) dovranno inviare la proposta di candidatura, completa dei documenti richiesti e indirizzata al Comune di Cagliari - Servizio Sport Cultura e Spettacolo, esclusivamente via PEC all'indirizzo: protocollogenerale@comune.cagliari.legalmail.it

 

 

 

Pubblicato in Bandi

La nomina di Luisa Aanna Marras, già assessore comunale e vice sindaco del comune di Cagliari quando in carica c’era Massimo Zedda, attuale del candidato del Campo largo, stravolge le regole di una corretta competizione elettorale.

"Con la nomina di Luisa Anna Marras a Commissario Straordinario del Comune di Cagliari la Giunta Todde compie un grave atto di inopportunità politica e istituzionale. L’imparzialità che una tale nomina dovrebbe garantire è totalmente inficiata da una scelta che ha solo il sapore di un atto elettorale. Parliamo, infatti, dell’ex vice sindaco della passata Giunta Zedda, ovvero il candidato oggi in corsa per le elezioni comunali di Cagliari. In questa fase politica di transizione – precisa la candidata sindaco del centrodestra, Alessandra Zedda - si dovrebbe poter contare su una figura terza e imparziale, estranea alle dinamiche elettorali. Luisa Anna Marras è persona di grande esperienza e competenza, soprattutto in materia di enti locali, ma facciamo rilevare l’assenza di imparzialità nella decisione, che avrebbe dovuto essere tecnica e non politica, della Giunta Todde. Non si può scegliere il braccio destro di uno piuttosto che dell’altro candidato”.

“Quella del Commissario Straordinario è una scelta che deve assicurare la rappresentatività di tutte le forze politiche. Siamo costretti a dover inaugurare questa campagna elettorale con la denuncia del mancato rispetto di regole di trasparenza e opportunità” conclude Alessandra Zedda.

"Luisa Anna Marras è stata nominata per tirare la volata a Massimo Zedda: la decisione della giunta Todde mette a repentaglio i corretti sviluppi del processo elettorale in vista del voto di giugno".

Pubblicato in Comune di Cagliari
Etichette:

"Era stato annunciato durante la conferenza stampa e fino all’ultimo abbiamo tutti sperato che si potesse rimediare ma ormai è ufficiale: nessun posto a sedere in tribuna per il 1° maggio e nessun evento nè la sera prima nè la sera stessa come accadeva ogni anno da molto tempo a questa parte, eccezion fatta per il periodo delle restrizioni causate dall’emergenza Covid". Lo scrive in una nota stampa la consigliera d'opposizione Marzia Cilloccu che critica la gestione del Comune di Cagliari in occasione della Festa di Sant'Efisio. 

"Proprio in questo momento in cui Via Roma, Piazza Matteotti e le zone limitrofe sono interessate da cantieri interminabili sarebbe stata auspicabile una programmazione preventiva degli assessori competenti con tutti i servizi comunali in modo da organizzare al meglio un appuntamento che è diventato negli anni sempre più importante per il significato sia religioso che laico di grande devozione al Santo compatrono della città di Cagliari, capace di unire tutti i Comuni dell’isola per potergli rendere omaggio e rappresentare al contempo il meglio del patrimonio etnografico e musicale del territorio regionale.

Dispiace constatare che non si sia preso esempio dall’edizione del 2019 quando, pur avendo avuto come quest’anno il Sindaco dimissionario, sia stato predisposto per tempo tutto quanto fosse necessario per poter organizzare la manifestazione tanto attesa anche per l’importante ricaduta in termini di attrazione turistica e di indotto per le attività culturali e produttive del territorio cittadino".

Pubblicato in Comune di Cagliari

Per predisporre gli allestimenti della 368^ Festa di Sant'Efisio e il posizionamento di transenne, sono previste limitazioni alla circolazione veicolare nel largo Carlo Felice.

Stabilite dall'ordinanza dirigenziale 933/2024 (link più sotto), queste le prescrizioni da rispettare:

  • divieto di sosta, su ambo i lati e nell'isola centrale, con rimozione forzata e riduzione della carreggiata dalle ore 9 del 30 aprile alle ore 24 dell'1 maggio 2024;
  • divieto di transito veicolare dalle ore 6 alle ore 24 dell'1 maggio 2024.
Pubblicato in Comune di Cagliari
Etichette:

Luisanna Marras è il nuovo commissario del Comune di Cagliari sino alle prossime elezioni comunali.  Si è riunita oggi a Villa Devoto la giunta regionale, presieduta da Alessandra Todde.Su proposta dell’assessore degli Enti locali, finanze e urbanistica, Francesco Spanedda, l’Esecutivo ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Cagliari e nominato il commissario straordinario dopo le dimissioni rassegnate dalla carica di sindaco del signor Paolo Truzzu, presentate il 28 marzo scorso.

Luisanna Marras, già assessora comunale e vice sindaca al Comune di Cagliari, guiderà l’Amministrazione sino alle prossime elezioni amministrative in programma l'8 e 9 giugno e nell’eventuale turno di ballottaggio, domenica 23 e lunedì 24 giugno. La presidente, Alessandra Todde, firmerà il decreto di nomina con un proprio atto.

Pubblicato in TOP NEWS
Pagina 1 di 19