Domenica, 24 Settembre 2023 18:21

Atalanta troppo forte per il Cagliari, 0-2 a Bergamo

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
Il gol di Lookman che ha aperto i giochi Il gol di Lookman che ha aperto i giochi Profimedia

I rossoblù tornano a casa dopo aver subito un gol per tempo. Di Lookman e Pasalic le firme del match. Nel finale traversa di Oristanio

 

Troppa Atalanta per questo Cagliari. La squadra di Ranieri esce sconfitta per 2-0 dal Gewiss Stadium di Bergamo e resta ferma a quota due punti in classifica, al penultimo posto. Non c’è stata partita tra la squadra di Gasperini e quella di Sir Claudio con un primo tempo a senso unico e dove solo uno straordinario Radunovic e un po’ di fortuna hanno evitato un passivo peggiore.

 

Primo tempo nerazzurro

Ranieri ha voluto giocarsela a viso aperto contro una squadra che fa dell’agonismo la propria arma migliore. Difesa a tre con Dossena supportato da Obert e Hatzidiakos. A centrocampo Deiola e Sulemana dal 1’ con Azzi e Nandez sulle fasce, Makoumbou a protezione della difesa. Davanti Luvumbo e Shomurodov. L’angolano, insieme a Radunovic, è stato tra i più positivi in campo dei sardi. Male l’approccio alla gara con De Ketelaere e Lookman indiavolati nella trequarti rossoblù. L’estro del belga e la velocità dell’anglo-nigeriano hanno messo in difficoltà l’intera retroguardia ospite con Hatzidiakos letteralmente surclassato dalle giocate dell’ex Leicester. Non a caso i pericoli maggiori nel primo tempo sono arrivati tutti dalla parte del greco.  Dove non è arrivato Radunovic, oggi in assoluto il miglior in campo, ci hanno pensato pali e traverse, almeno fino al vantaggio di Lookman su assist di De Ketelaere, che non è più quello di Milano.

 

Doccia gelata Pasalic

Nella ripresa, col passare dei minuti, il Cagliari ha iniziato a guadagnare metri, complice anche la stanchezza nelle gambe dei giocatori di Gasperini impegnati tre giorni fa in Europa. Ranieri ha provato con l’inserimento di Viola per Sulemana a dare estro al proprio centrocampo e non è un caso che il primo tiro nello specchio di tutto il match sia arrivato proprio dal piede del numero 1, oltre l’ora di gioco. Nel momento migliore dei sardi, però, è arrivata la doccia gelata firmata Pasalic che ha approfittato di un Cagliari decisamente avanti col baricentro e alla ricerca del pareggio per battere Radunovic e chiudere il match. Nel finale da segnalare una bella traversa di Oristanio a dimostrazione che in questo momento anche la fortuna non sorride a Claudio Ranieri. Anche con l’Udinese, nell’ultimo turno casalingo, il palo aveva fermato la compagine rossoblù.

Ora il Milan

La classifica preoccupa. Due punti in cinque giornate sono davvero pochi, ma c’è da dire che il calendario fin qui non è stato d’aiuto. E non lo sarà nemmeno nelle prossime partite con Milan, Fiorentina e Roma nell’ordine. Domani squadra subito a lavoro, c’è da preparare il match infrasettimanale con diavolo, apparso non al meglio della condizione contro il Verona e alle prese con diversi infortuni.