Domenica, 14 Aprile 2024 19:56

Luna Rossa, buon vento da Cagliari! In evidenza

Vota questo articolo
(10 Voti)
Coppa America, lo "squalo" è pronto! Coppa America, lo "squalo" è pronto!

Varata l’avveniristica imbarcazione che gareggerà a Barcellona per l’America’s cup. Elegante, potente, nata per lasciare il segno. L'entusiasmo di Max Sirena, Patrizio Bertelli, Miuccia Prada e Marco Tronchetti Provera. "Va creato e strutturato un comparto turistico e sportivo" dice Alessandra Todde 

Mario Frongia

Il sole, la brezza, i sorrisi di una giornata difficile da scordare. L’AC75 varato sabato scorso nelle acque del molo Ichnusa andrà in Spagna per cercare di portare in Italia il trofeo sportivo più antico del mondo, l’America’s cup. La benedizione dell’arcivescovo Giuseppe Baturi, la bottiglia di Maximum Blanc de blancs Ferrari infranta dalla signora della moda e madrina dell’imbarcazione, Miuccia Prada, l’emozione del patron Patrizio Bertelli e del co-title sponsor, Marco Tronchetti Provera. Quindi, le parole di rito: “Io ti battezzo Luna Rossa”. Lo “squalo” color argento, linea avveniristica, le “ali” gialle, ha baciato il mare. Scocca affusolata, estetica, design e innovazione tecnologica senza confini e con pochi precedenti. A fine agosto, a Barcellona sarà l’ora giusta per la sfida delle sfide.  “Non esagero ma è come la nascita di un bambino. Ogni dettaglio è stato curato al massimo. Adesso, come mi ripete spesso Patrizio Bertelli, dobbiamo andare per mare. Dobbiamo cambiare passo, questo è un sogno importante per tutti noi. Grazie anche a Cagliari” ammette Max Sirena, skipper e team manager. La presidente Alessandra Todde giunge al quartiere generale di Luna Rossa poco prima di mezzogiorno: “La loro è una presenza importante. L’occasione per impostare una nuova stagione di programmazione per un impatto che può avere riflessi positivi per tutto il territorio sardo. Vogliamo porci non in modo tattico, sfruttando lo spot di un grande evento, ma lavorare e programmare questa presenza per far sì che ci possano essere in futuro non soltanto grandi eventi di questo genere, ma che si crei un contesto strutturale per lo sport e per il turismo di quest'Isola”. È trascorso un quarto di secolo dal varo della prima Luna Rossa. La storia degli uomini, del mare, della tecnica. Il mix dell’AC75 foiling che andrà alla 37esima Coppa America del prossimo agosto.

Griffata Prada Pirelli, battezzata alle 13.20, esaltata dall’un’audace livrea metallica “Metal K”, lascia trasparire l’enorme sforzo progettuale che incorpora soluzioni progettuali, novità tecnologiche e materiali sperimentali testati negli ultimi due anni sul prototipo LEQ12”. Dietro Luna Rossa - costruita nei cantieri Persico Marine di Nembro - hanno “ballato coi lupi” i quaranta addetti del pool impegnati tra disegno e sviluppo. Un “ballo” di oltre 70mila ore di lavoro da parte di 35 boat builder (tra i tecnici del team e quelli del cantiere). Per la costruzione dello scafo e dei componenti in composito sono stati impiegati circa 3.500 mq di fibra di carbonio pre-impregnato. L’AC75 monta un albero alare, costruito nella base cagliaritana, di 26,5 metri con soft wing composta da due rande gemelle, più una vela di prua (fiocco), per una superficie velica totale di circa 220 metri quadri. Le vele? In Carbonio e Dyneema con tecnologia 3D North Sails. L’equipaggio è composto da due timonieri, due trimmer e quattro ciclisti. “ Luna Rossa è la più alta espressione dell’innovazione tecnologica applicata alla nautica. Grazie a tutte le aziende leader - italiane ed estere - che hanno scelto di affiancarla nella sfida alla 37^ Coppa America” spiegano dal team. Test e allenamento in mare inizieranno a breve nel golfo degli Angeli. A seguire la barca sarà trasferita a Barcellona. Nelle acque iberiche proseguirà la fase di training in vista delle regate di America’s Cup.  

Novità e metodologie più avanzate sono la norma. Oltre mille persone accreditate, con gli inviati delle principali testate giornalistiche, hanno applaudito. Il varo, tra trombette da stadio, urla di giubilo, qualche lacrima, bimbi e fidanzate del gruppo guidato da Max Sirena (“Li ringrazio con affetto uno per uno. Abbiamo avuto coraggio nelle scelte riguardanti tutti gli ambiti della barca e nel metterci in gioco. È la mis sesta sfida, questa barca lascerà il segno!”), i commenti intensi dei “genitori”. Da Patrizio Bertelli “Mettiamo in acqua oggi il decimo scafo di Coppa America battezzato Luna Rossa. Una barca bella e radicale, che segna un passo in avanti dal punto di vista progettuale e tecnologico, frutto di un incredibile sforzo collettivo. Mi congratulo con il team a tutti i livelli. In questi 25 anni ho raggiunto il traguardo di formare un team di tecnici e velisti straordinari in grado di plasmare il futuro dello sport nel nostro Paese e di lasciare un'impronta per le generazioni future. Con questa Luna Rossa, spero di raggiungere anche il mio obiettivo sportivo: vincere l’America’s Cup”. Per Marco Tronchetti Provera, vice presidente esecutivo di Pirelli, “Luna Rossa è sinonimo di eccellenza tecnologica, competizione e italianità. Per noi è un onore affiancare il nome di Pirelli a un grande progetto che nasce dalla passione per la vela e per l’America’s Cup, trofeo che coniuga sfida sportiva e innovazione. L’imbarcazione e l’equipaggio hanno il potenziale per farci emozionare e per competere per la Coppa. Buon vento!”.

Ultima modifica il Domenica, 14 Aprile 2024 20:21