Visualizza articoli per tag: comune di sassari

Donare il sangue è un gesto sicuro e veloce che può salvare molte vite. È un gesto semplice come bere un bicchier d’acqua. È questo il messaggio che l’Avis Provinciale di Sassari vuole veicolare con la nuova campagna estiva di sensibilizzazione alla donazione di sangue e plasma.

Acqua e sangue sono elementi fondamentali per il funzionamento del nostro organismo, ma non sempre si è consapevoli della loro importanza. Spesso si sottovaluta la rilevanza di idratarsi correttamente e succede di rendersi conto del peso di una donazione di sangue solamente quando si è coinvolti in prima persona. Dunque, per l’estate, periodo in cui la popolazione in Sardegna aumenta considerevolmente e al contempo le donazioni di sangue subiscono un calo fisiologico, l’Avis Provinciale di Sassari lancia una nuova iniziativa al fine di promuovere la cultura della donazione e di raggiungere le nuove generazioni, per dire loro che donare il sangue è più semplice di quanto si possa immaginare: bastano 10 minuti per salvare una vita.

Negli ultimi anni, grazie alle campagne di sensibilizzazione e alle attività organizzate, l’Avis Provinciale ha visto crescere i numeri dei donatori di sangue nel periodo più critico sul fronte della disponibilità: giugno, luglio e agosto. Si è passati dai 3.917 donatori del 2021, ai 4.381 nel 2022, per poi crescere ancora nel 2023 registrando 4.518 donazioni.

Per la campagna 2024 l’Organizzazione di volontariato ha stretto una collaborazione con la San Martino, azienda di imbottigliamento acque minerali con sede a Codrongianos, che si è occupata di realizzare lattine personalizzate Avis Provinciale Sassari. Su ogni lattina si leggono le frasi: “Donazione di sangue:10 minuti che valgono una vita”, “Il contributo di ogni singolo donatore è indispensabile per la vita, per la salute, per tutti”.

“Regaleremo le lattine in occasione delle consuete raccolte di sangue che organizziamo in tutto il territorio, in prossimità delle spiagge e nei banchetti informativi”, ha spiegato il presidente dell’Avis Provinciale di Sassari, Antonio Dettori, questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa. “Il messaggio che vogliamo far arrivare a tutti è chiaro: donare il sangue è semplice come ber un bicchier d’acqua”, ha sottolineato il presidente Dettori che ha anche rimarcato l’importanza di stringere collaborazioni con aziende e associazioni del territorio: “Il nostro obiettivo è far arrivare il messaggio di sensibilizzazione a più persone possibili e stringere sinergie significa raggiungere nuovi donatori”.

Presente all’incontro con i giornalisti anche Pier Mario Simula, Marketing e Comunicazione Acqua San Martino: “Il nostro corpo è fatto per il 65% di acqua e sali minerali. La corretta idratazione dell’organismo è uno dei principi basilari del benessere fisico. Per noi come azienda, come donne e uomini, è un onore veicolare il messaggio di Avis attraverso il nostro prodotto”.

Per la campagna di sensibilizzazione sono state prodotte 30 mila lattine personalizzate Avis Provinciale Sassari. Le lattine non sono in vendita, ma saranno regalate ai donatori.

 

Ecco di seguito il calendario delle raccolte sangue in programma nel mese di luglio:

1° luglio Sassari (Sede Provinciale, centro prelievi San Camillo)

4 luglio Codrongianos (plasma)

5 luglio Porto Torres e Illorai

6 luglio Alghero, Sedini e Bancali

7 luglio Bonorva, Benetutti e Olmedo

8 luglio Sassari (Sede Provinciale, centro prelievi San Camillo)

12 luglio Porto Torres

13 luglio Alghero, Ittiri, Porto Torres e Campanedda

14 luglio Tissi, Mara e Anela

15 luglio Sassari (Sede Provinciale, centro prelievi San Camillo)

17 luglio Perfugas (plasma)

19 luglio Porto Torres, Alghero e Castelsardo

20 luglio Sassari (Sede Provinciale, centro prelievi San Camillo - biglietti in regalo per il Red Valley, fino ad esaurimento disponibilità)

20 luglio Osilo, Uri e Cossoine

21 luglio Erula, Bono e Valledoria

22 luglio Sassari (Sede Provinciale, centro prelievi San Camillo)

26 luglio Porto Torres, Martis e Burgos

27 luglio Alghero, Sorso, Codrongianos e Pozzomaggiore

28 luglio Sennori, Stintino e Perfugas

29 luglio Sassari (Sede Provinciale, centro prelievi San Camillo)

Si può donare il sangue anche nella sede dell’Avis Comunale di Sassari, in via Pavese 1, aperta tutte le mattine, dal lunedì al sabato.

 

Pubblicato in Altri Comuni
Etichette:
Mercoledì, 13 Settembre 2023 13:56

Sassari, screening gratuiti per i donatori Avis

Dopo la sosta estiva, riprendono gli screening gratuiti rivolti ai donatori di sangue dell’Avis Provinciale di Sassari che, in collaborazione con l’Associazione Sardegna for You, offre giornate di prevenzione e informazioni nell’ambito del progetto “Un Dono tra le tue braccia”, sostenuto della Fondazione di Sardegna.

Tre gli appuntamenti in programma per il mese di settembre. Sabato 16, nella sede dell’Avis Comunale di Sassari si svolgerà lo screening tiroideo e l’ECG, mentre domenica 17 a Uri e sabato 23 a Pozzomaggiore si terrà la visita cardiologica con Elettrocardiogramma. È possibile prenotarsi contattando direttamente la propria sede comunale dell’Avis.

In totale sono previsti 1.810 screening gratuiti per i donatori iscritti nel libro soci dell’Associazione di volontariato della provincia di Sassari. A maggio, mese di avvio dell’iniziativa, sono stati eseguiti 256 esami, a giugno 573 e a luglio 208.

"Per ogni tipologia di esame, lo specialista rilascerà nell'immediatezza il referto, con indicato quanto riscontrato ed eventuali approfondimenti da fare in caso di esito positivo”, spiegano Antonio Dettori, presidente dell’Avis Provinciale, Romina Carta e Andrea Tavernise, fondatori di Sardegna For You.

Gli screening sono rivolti anche ai “non donatori”, a fronte di un contributo spese pari a 20 euro per l’ecografia alla tiroide e a 25 euro per l’ECG.

“La nostra iniziativa – sottolinea il presidente Dettori - nasce con l’obiettivo di ringraziare i nostri preziosi donatori, ma anche di informare i cittadini sull'importanza della prevenzione per la tutela e la salvaguardia della salute".

Ma in questa occasione e al termine della stagione estiva lo stesso Dettori lancia anche un nuovo appello affinché al rientro delle ferie si vada a donare: “Non dimenticate che la Sardegna resta in emergenza, scarseggiano le sacche di sangue e c’è bisogno dell’aiuto di tutti: di chi può donare e di chi non può farlo, ma può dare il suo prezioso aiuto sollecitando amici e parenti”.

 

Pubblicato in Altri Comuni
Etichette:

Inizia oggi la tre giorni dedicata agli “Stati Generali del Volontariato”: un momento che vuole essere di confronto tra le istituzioni civili e religiose e il mondo del volontariato, aperto a ogni realtà che opera nel nostro territorio.

L’iniziativa nasce dalla necessità di un incontro partecipato con il volontariato locale di ogni ordine e grado che opera nel campo del sociale, dei diritti civili, dell’ambiente, della cultura, dell’intrattenimento, e dello sport. Sarà l’occasione per discutere delle difficoltà, delle prospettive, della collaborazione, della costruzione di una eventuale rete, del coinvolgimento, attraverso una profonda riflessione dello stato attuale diretta e senza filtri.

Si parte oggi lunedì 15 maggio dalle 16 alle 18 nella sala Langiu, con l’incontro con le associazioni del mondo del volontariato del settore sociale e dei diritti civili; a seguire, martedì 16, sempre dalle 16 alle 18 ma nella sala largo Infermeria San Pietro si terrà l’incontro con le associazioni del mondo del volontariato del settore cultura, ambiente, intrattenimento, sport dilettantistico; infine mercoledì 17 maggio, dalle 16 alle 18 di nuovo nella Sala Langiu ci sarà la sessione plenaria con le associazioni di volontariato di ogni settore, per il resoconto degli incontri, la sintesi dell’iniziativa, le conclusioni e le prospettive. Saranno presenti anche il sindaco Nanni Campus l’arcivescovo Gianfranco Saba, mentre il presidente del Consiglio comunale Maurilio Murru  e il presidente della Consulta del Volontariato Franco Dedola coordineranno le tre giornate.

 

Pubblicato in Altri Comuni

Questa mattina, a Palazzo Ducale, il sindaco Nanni Campus, il presidente del Consiglio comunale Maurilio Murru, l’arcivescovo Gianfranco Saba e il presidente della Consulta del Volontariato Franco Dedola hanno presentato gli “Stati Generali del Volontariato”. Si tratta di 3 giornate, dal 15 al 17 maggio, che vogliono essere un momento di confronto tra le istituzioni civili e religiose e il mondo del volontariato, aperto a ogni realtà che opera nel nostro territorio. L’incontro con la stampa aveva proprio l’obiettivo di convocare, tramite i mass media, tutte le associazioni che operano nel territorio.

L’iniziativa nasce dalla necessità di un incontro partecipato con il volontariato locale di ogni ordine e grado che opera nel campo del sociale, dei diritti civili, dell’ambiente, della cultura, dell’intrattenimento, e dello sport. Sarà l’occasione per discutere delle difficoltà, delle prospettive, della collaborazione, della costruzione di una eventuale rete, del coinvolgimento, attraverso una profonda riflessione dello stato attuale diretta e senza filtri.

Si parte lunedì 15 maggio dalle 16 alle 18 nella sala Langiu, con l’incontro con le associazioni del mondo del volontariato del settore sociale e dei diritti civili; a seguire, martedì 16, sempre dalle 16 alle 18 ma nella sala largo Infermeria San Pietro si terrà l’incontro con le associazioni del mondo del volontariato del settore cultura, ambiente, intrattenimento, sport dilettantistico; infine mercoledì 17 maggio, dalle 16 alle 18 di nuovo nella Sala Langiu ci sarà la sessione plenaria con le associazioni di volontariato di ogni settore, per il resoconto degli incontri, la sintesi dell’iniziativa, le conclusioni e le prospettive.

 
Pubblicato in Altri Comuni
Etichette:

Con la firma del contratto di comodato d’uso gratuito al Comune di Sassari del padiglione Tavolara si chiude la fase amministrativa di ‘consegna’ dell’importante luogo di cultura dove trovano spazio le eccellenze dell’artigianato sardo e del design.

La struttura di proprietà della Regione Sardegna e data in consegna anticipata al Comune di Sassari, aveva riaperto in maniera continuativa dopo gli interventi di restauro e riqualificazione funzionale con un rinnovato spazio espositivo dedicato al design e all’artigianato artistico e un altro di mostra mercato, sempre dedicato all’artigianato. Ora l’Assessorato degli Enti locali ha proceduto alla formalizzazione dell’atto di comodato per una durata di 10 anni.

“Diamo seguito e certezza al percorso avviato per restituire nuova vita a una infrastruttura importante non solo per la città di Sassari ma per la Sardegna intera, testimonianza della sinergia e della volontà d’intenti tra Amministrazione regionale e comunale – spiega l’Assessore degli Enti locali, Aldo Salaris - Con la firma del contratto di comodato d’uso apriamo quegli scenari necessari per valorizzare sempre di più questo luogo di cultura e di arte che la città di Sassari e la Sardegna intera meritavano di avere”.

L’immobile potrà essere adibito esclusivamente allo svolgimento di attività culturali con apertura al pubblico dell'edificio e promozione di eventi culturali e mostre di carattere estemporaneo nonché, a seguito della completa realizzazione ed allestimento del “Museo per l'artigianato ed il design “E. Tavolara”, alla gestione a regime. All’interno dell’immobile il Comune di Sassari potrà garantire l’apertura di un punto ristoro e un info point al servizio dei visitatori.

Pubblicato in Altri Comuni

Le associazioni, gruppi folcloristici e gruppi di cavalieri e amazzoni interessati a partecipare alla 72ª edizione della Cavalcata Sarda da oggi e fino al 20 marzo possono fare richiesta attraverso la piattaforma appositamente creata sul sito www.comune.sassari.it. Per la prima volta, infatti, le richieste saranno completamente gestite online, all’insegna della trasparenza. È necessario accedere alla sezione Servizi Online del sito web del Comune di Sassari. Per presentare la domanda è indispensabile essere in possesso di Spid (Sistema Pubblico d’Identità Digitale). Possono inoltrare la richiesta i legali rappresentanti delle associazioni o loro delegati allegando la delega. Eventuali richieste pervenute anticipatamente alla pubblicazione del presente avviso o oltre il termine non saranno prese in considerazione. Non saranno prese in esame richieste in forma cartacea o tramite pec.

La manifestazione avrà luogo la penultima domenica di maggio (21 maggio). La mattina si svolgerà la sfilata degli abiti tradizionali e dei cavalli mentre la sera si terrà la rassegna dei canti e delle danze tradizionali della Sardegna.

L’organizzazione della manifestazione è in capo al Comune di Sassari. La selezione dei gruppi, l’ordine di sfilata e di esibizione durante la Rassegna saranno a cura del direttore artistico individuato dall’Amministrazione. La selezione avverrà nel rispetto dei criteri di rotazione e di adeguata rappresentatività dei diversi territori della Sardegna.

Ai gruppi selezionati sarà garantito un rimborso spese viaggio in base alla distanza chilometrica da Sassari, secondo quanto indicato nell’avviso pubblico.

Tutte le comunicazioni saranno pubblicate sul sito www.comune.sassari.it, nella pagina "72a edizione della Cavalcata sarda, 21 maggio 2023 – Partecipazione alla sfilata e alla rassegna". Per chiarimenti contattare gli uffici del Settore Cultura, Sviluppo turistico e Gestione del patrimonio immobiliare del Comune di Sassari alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Pubblicato in Bandi

Gli inquilini del canile comunale di Sassari e dei tre rifugi convenzionati sono certo fortunati perché vengono accuditi e curati da personale formato e da volontari amorevoli, ma vivere in una casa col calore di una famiglia è un’altra cosa. Il progetto messo su dal Comune di Sassari, Settore Ambiente e Verde pubblico e Ufficio stampa e Comunicazione, in collaborazione con il Settore Innovazione tecnologica, punta proprio a svuotare i canili e a far incontrare i loro ospiti con le famiglie più adatte. Tutti i particolari sono stati presentati questa mattina durante una conferenza stampa dall’assessore all’Ambiente Antonello Sassu, che ha avuto l’idea e dato l’input al progetto, e dalla dirigente del Settore Marge Cannas insieme alle funzionarie.

Nella homepage del sito www.comune.sassari.it è stata creata una apposita sezione dove si trovano le schede dei cani presenti nelle quattro strutture. Per ogni animale c’è una breve descrizione con le caratteristiche principali caratteriali e fisiche, l’indole, l’età, il genere ed eventuali problemi di salute. Al momento sono state caricate dall’Ufficio stampa e Comunicazione in collaborazione con il Settore Innovazione tecnologica - che ha anche predisposto la sezione sul sito – le schede di circa 200 cani, ma la sezione sarà in continuo aggiornamento con nuove foto e descrizioni inviate dai responsabili delle quattro strutture. Grazie a un menù a tendina è possibile scegliere di vederli in base al genere o alla taglia: piccola, media, grande. Naturalmente si tratta di un primo contatto, una occasione in più per far conoscere gli inquilini dei rifugi nella speranza che sulla scheda si fermi lo sguardo della loro futura famiglia. Dopo questa prima fase, sarà necessario contattare il canile dove si trova l’animale e che è indicato nella descrizione e da quel momento partirà l’iter per conoscerlo ed eventualmente procedere con preaffido e adozione.

Il nuovo sito dedicato alle adozioni si inserisce in un percorso più ampio portato avanti dall’Amministrazione comunale che punta a presentare anche all’esterno le realtà dei canili sassaresi e soprattutto i loro inquilini. L’ambizioso obiettivo sarebbe quello di arrivare a chiuderli perché tutti i cani hanno trovato casa. In questo programma si inseriscono la mostra fotografica itinerante che ha fatto la sua prima tappa sotto Natale al Centro del Riuso e che raffigurava scene di vita quotidiana degli ospiti del canile; uno spazio informativo che sarà periodicamente allestito alla galleria commerciale Porte di Sassari negli spazi offerti gratuitamente dal centro commerciale; alcune “Giornate dell'adozione” con sfilata dei cani già adottati e Open day dei canili con la presentazione dei cani ospitati. Partirà anche il progetto "Settimana dell’anziano - dell’adolescente – del cucciolo (rappresentazione delle fasi della vita del cane)”. Inoltre sono previste attività di promozione per l’adozione nella Penisola e all’estero.

Per ogni informazione è possibile contattare gli uffici del Comune all’indirizzo mail creato per l’occasione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..it oppure direttamente le strutture: Canile Comunale - strada prov.le per l'Anglona – Loc. Acchettas- s.v. Funtana sa Figu, 333908085 (Inverno: dal lunedì al venerdì, mattino dalle 9 alle 12.30; pomeriggio su appuntamento. Estate: dal lunedì al venerdì - mattino dalle 9 alle 13; pomeriggio dalle 19 alle 20). Canile LIDA - s.v. Monti di Jesgia n. 71 – Caniga, 079319431. Lunedì dalle 15 alle 18; martedì dalle 14 alle 18; mercoledì dalle 8.30 alle 10.30; giovedì dalle 16 alle 18; venerdì dalle 14 alle 18. Canile Nuova Agri-Cultura / Campanedda - via Bosa – Campanedda, 3408565809, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30 (orario invernale); dalle 15 alle 17 (orario estivo); sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12. Canile Pippolandia - via Buonarroti, 45 - Zona Artigianale - Comune di Ittiri, 3409489088, da settembre a maggio dalle 10.30 alle 12.30; da giugno ad agosto dalle 10 alle 13.

I numeri. Oltre al canile comunale sulla s.v. Funtana sa Figu, il Comune di Sassari ha altre tre strutture convenzionate: quella della Lida, a Caniga, Pippolandia a Ittiri e quella della Nuova Agri-cultura, a Campanedda, per un totale di circa 630 cani. A oggi l’Amministrazione spende poco meno di 500mila fra le quattro strutture, a cui si aggiungono 142mila euro per la cura dei cani randagi.

Pubblicato in Cronaca